Com’è la cucina romana? Quali sono le sue peculiarità?

La cucina romana e laziale più generalmente, è ingiustamente sottovalutata, non solo all’estero, ma anche in Patria, non essendo riconosciuto il posto che di diritto le spetterebbe nel panorama nazionale, accanto a cucine rinomate quali quella napoletana, emiliana, siciliana o piemontese. La particolarità della cucina romana è quella di aver sempre mantenuto la semplicità e la schiettezza di una cucina popolare, in antitesi con i banchetti degli aristocratici spreconi, che rappresentavano per il popolo soltanto un sogno che si concretizzava saltuariamente. Per mangiare la cucina romana genuina e di qualità bisogna saper scegliere il posto giusto.

Al primo boccone ogni dubbio sparirà. La carne, lavata con cura e tagliata in più pezzi, è rigorosamente stufata – non bollita – con il sedano, le carote e l’alloro. Un tripudio di sapore e sugo a volontà con obbligo di “scarpetta” finale. Diffidate da chi la mangia con la forchetta. La cucina romana è forse tra le più caratteristiche ed originali di tutto il territorio dello stivale; è una cucina che nasce essenzialmente come povera, poiché utilizza cose che tutt’oggi spesso si accantonano per prodotti di costo e scelta apparentemente superiore. La cucina romana è una cucina popolare, povera, in cui il sapere è stato trasmesso da generazione in generazione, come nella migliore tradizione contadina.

La ricchezza e la fertilità delle campagne romane, soprattutto nella zona dell’Agro Pontino, ha fatto sì che la produzione di ortaggi abbia ispirato numerosissime ricette locali in cui le verdure sono le protagoniste assolute; pietanze dal gusto inimitabile che nulla hanno da invidiare ai più “ricchi” piatti a base di carne. Poiché si è sempre trattato di pietanze ricavate da una terra molto fertile e produttiva, destinate a soddisfare le esigenze energetiche dell’uomo impegnato nel lavoro nei campi e spesso consumate nell’ambito di una o al massimo due sedute alimentari quotidiane, le preparazioni della cucina romana sono idealmente associate a piatti particolarmente nutritivi, somministrati in porzioni abbondanti.

Se vuoi trovare la migliore cucina romana milano vai da Giulio Pane Ojo